Vietri sul mare

E’ uno dei più importanti comuni costieri della provincia di Salerno, annidato nell’angolo più protetto dell’omonimo golfo, immediatamente adiacente ad ovest di Salerno (3 Km.) ed all’inizio della Costa d’Amalfi, della quale può considerarsi “la prima perla”.
Il centro della cittadina si adagia su un lembo terrazzato sul mare ed è dominato dalla Chiesa Madre di S. Giovanni Battista, principale monumento cittadino, di impianto seicentesco, sormontata dall’elegante cupola maiolicata. Sulla sottostante ampia ed attrezzata spiaggia si stende la frazione Marina, meta di flussi turistici estivi e di fine settimana, con al centro la cinquecentesca torre di difesa dai saraceni. Grazie alle sue caratteristiche ed alla sua storia, Vietri è considerata uno dei più rilevanti centri di produzione ceramica artistica e tradizionale, per i quali una recente legge nazionale prevede la creazione di un proprio marchio che ne tuteli la produzione e l’immagine. Il museo, allestito nella torretta di Villa Guariglia a Raito, raccoglie reperti ceramici dal Settecento alla prima metà di questo secolo, nell’auspicio che future acquisizioni possano dilatare cronologicamente le testimonianze produttive, a testimonianza della secolare tradizione ceramistica di Vietri.
L’insieme delle bellezze paesaggistiche, architettoniche e culturali, di valore inestimabile e di impareggiabile magnificenza, hanno fatto sì che Vietri, insieme agli altri splendidi scenari della costiera amalfitana, venisse dichiarata dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità  dal 1997.

Erchie

Erchie, un piccolo paesino tra Cetara e Maiori, accessibile solo a piedi, una piccola frazione di Maiori, con una popolazione che non supera i 100 abitanti. Per accedere a questo piccolo borgo, bisogna prestare attenzione lungo la Strada Statale Amalfitana, perchè l’accesso al paese è costituito da una stradina sulla sinistra che ai meno esperti potrebbe tranquillamente sfuggire. Una volta imboccata la stradina verso il Borgo di Erchie, troverete sulla vostra destra ben 3 parcheggi dove lasciare l’auto per proseguire a piedi.  vi addentrerete in un piccolo e caratteristico borgo, dove nonostante le piccole dimensioni, non manca proprio nulla. Le sue stradine sono molto caratteristiche, e ricche di negozi che preparano panini o i famosi “cuppetielli” appunto dei conetti di carta contenti fritturine di pesce. Oltre ai 3 lidi, si può raggiungere in Barca, una piccola insenatura, dietro la scogliera. La Barchetta è comoda, ammesso che si abbia un po’ di agilità nel salire, ed economica, con 3 euro a persona si acquista il passaggio sia all’andata che al ritorno. All’atto dell’acquisto è necessario specificare a che ora si preferisce rientrare (Ora Indicativa), sul biglietto che viene consegnato c’è il numero di cellulare degli organizzatori, nel caso in cui cambiate idea e volete andare via prima.
Durante il percorso con la barca, potrete ammirare la magnifica costa, e apprezzare la Famosa “Torre la Cerniola“, utilizzata come scenario nello spot del Tonno Rio Mare che ha visto protagonista Kevin Costner.

Minori

Lungo la Costiera Amalfitana si trova Minori, cittadina costiera tra le più belle della provincia di Salerno, un’ambita meta turistica per il giusto connubio tra monumenti, tradizione e gastronomia tipica amalfitana. Tra il lungomare di Maiori e quello di Minori, centro ricco di storia, tradizioni e suggestioni paesaggistiche, non c’è praticamente soluzione di continuità. Città del Gusto ma, soprattutto, città di mare, Minori è accoccolata ai piedi dei monti Lattari. Tradizionali sono la coltura dei limoni a terrazzamenti, che forniscono la materia prima per il delizioso Limoncello della Costa d’Amalfi, e la lavorazione della carta (si conservano ancora oggi le antiche cartiere). Passeggiare per le strade del centro e perdersi tra i vicoletti intrecciati è una piacevole parentesi vacanziera. Minori è ricchissima di monumenti, in primis naturalmente quelli religiosi quali l’Arciconfraternita del SS. Sacramento, la Basilica di Santa Trofimena, la Chiesa di S. Lucia  e di S. Gennaro. Sempre in tema di devozione popolare, non va assolutamente dimenticato che Minori può essere a giusta ragione considerata la capitale salernitana dei riti della Settimana Santa. Molto bella, toccante e partecipata la processione dei Battenti che si svolge nella serata del Venerdì di Passione, richiamando visitatori provenienti da tutta la provincia. Prima di lasciare Minori, concedetivi un giro per le sue pasticcerie. Tante e famose sono le specialità dolciarie create dai maestri artigiani del posto. Tra tutte, in particolare, si distinguono le leccornie a base di limone, come: la Torta Delizia, la Profitterolle, i Bocconcini di Babà al Limoncello, il Tiramisù al Limone. Tutte decorate con le foglie di questo agrume così tipicamente costiero.

Maiori

A Maiori si trova la spiaggia più lunga della Costiera Amalfitana, quasi un chilometro di spiaggia sabbiosa con una quindicina di stabilimenti balneari e un lungomare pianeggiante completamente diverso dal solito panorama della Costiera.
Una conformazione particolare dovuta alla catastrofica frana del 1954 che distrusse l’intero vecchio paese e creò la pianura di oggi. La spiaggia sabbiosa costeggiata dal lungomare e la presenza di numerosi alberghi e ristoranti vicini alla spiaggia, fanno di Maiori la meta prediletta delle famiglie con i bambini che scelgono la Costiera Amalfitana come meta per le loro vacanze.

Share This